Nuovo Insegnamento: Vedere la Verità con una Mente Quieta  . . . Prossimi Insegnamenti: Italia: 22-23 Aprile 2017 ... Inghilterra: 29 Aprile - 1 Maggio 2017 ... Grecia: 20-21 Maggio 2017 ... Inghilterra: 27-29 Maggio 2017 ... Per Dettagli Visitare :Programma degli Insegnamenti

Qual è la differenza tra la Visione Soggettiva e la Visione Oggettiva?

La Visione Soggettiva è una manifestazione della Verità Relativa. È la prospettiva che abbiamo del mondo, colorata dalla personalità, sulla base di quello che siamo stati condizionati a percepire sotto le influenze del discernimento orientato sull'immagine, delle interpretazioni di personali speculazioni mentali, l'incomprensione della conoscenza, l'ignoranza dei principi etici, la presunzione e la paura dell'ignoto. Coloro che parlano sulla base della Visione Soggettiva non vedono il mondo come è ma descrivono praticamente la propria ipotesi di quello che pensano sia il mondo.

La Visione Obiettiva, in confronto, è una prospettiva del mondo non di parte ma così come esso esiste veramente. La sua interazione con il mondo si basa su un'etica orientata su principi dimostrati nel tempo e non adulterati con l'inganno o l'ipocrisia, perché nasce dalla propria aspirazione a cercare la Verità Ultima della Realtà. Secondo la comprensione della Visione Obiettiva, tutta l'esistenza è, in effetti, interconnessa da una serie di relazioni che abbiamo coltivato con il nostro vero sé, la nostra auto-percepita personalità, i nostri partner, i nostri genitori, i nostri amici, lo stato transitorio dei nostri ambienti e tutti i tipi di fenomeni che si verificano intorno a noi. Sotto l'influenza della Visione Soggettiva, il nostro modo di affrontare i conflitti comporta spesso un qualche tipo di rivalità interattiva centrata intorno al nostro desiderio di manipolare il risultato della situazione a nostro vantaggio o a malincuore, scendere a compromessi quando non siamo in grado di farlo. È quindi di gran lunga più vantaggioso coltivare la Visione Obiettiva su tutte le cose.