Nuovo Insegnamento: Vedere la Verità con una Mente Quieta  . . . Prossimi Insegnamenti: Italia: 22-23 Aprile 2017 ... Inghilterra: 29 Aprile - 1 Maggio 2017 ... Grecia: 20-21 Maggio 2017 ... Inghilterra: 27-29 Maggio 2017 ... Per Dettagli Visitare :Programma degli Insegnamenti

Come si Diventa un Ricettacolo per l'Apprendimento?

Colui che è non giudicante, consapevole e non influenzato dalla posizione che ricopre o da quella degli altri, viene indicato come un Ricettacolo per l'Apprendimento. Di tutte le qualità essenziali per essere un vero Ricettacolo, quella più importante è quella di essere non giudicante, perché non si può discernere la realtà, quando il pregiudizio intacca la mente.

Il pregiudizio è il risultato del proprio attaccamento alla visione soggettiva e della propria avversione per qualsiasi chiarimento che non rientra nel perimetro della propria comprensione relativa. Così coloro che si accostano all'apprendimento con un preconcetto pregiudizio non riusciranno a percepire la realtà come esiste veramente, anche se la realtà si manifesta davanti ai loro occhi. Per compensare ciò che essi percepiscono come un affronto al loro orgoglio e per eludere l'accettazione della loro mancanza di comprensione sul tema, spesso respingono il significato della spiegazione con una varietà di avversioni esagerate che vanno dal rispondere alla gentilezza con l'insulto, al mantenersi attaccati a falsi punti di vista come se fossero reali.

Oltre ad essere non-giudicante, un vero Ricettacolo deve possedere un intelletto brillante ed un'attitudine coscienziosa che gli consenta di distinguere tra spiegazioni meritevoli e non meritevoli, prima di applicare le proprie scoperte nella pratica. Inoltre deve avvicinarsi sempre all'insegnante e all'insegnamento in maniera da incarnare la trinità di riverenza, umiltà e gratitudine. Le dinamiche funzionali di questa trinità di azioni sono molteplici. La Riverenza, la prima qualità, è molto più che essere rispettosi, la sua presenza nella propria psiche migliora l'attenzione e la consapevolezza, consentendo in tal modo di ricevere la trasmissione dell'insegnamento nella sua interezza senza aggiunta di abbellimenti o perdita dei contenuti a causa della mancanza di attenzione. La seconda qualità, l'umiltà, è l'approccio del non-sapere: quando ci si avvicina all'assoluto, senza idee preconcette o aspettative, si è nella posizione ideale per ricevere appieno, nella sua interezza, ciò che ci deve essere dato. Essere umili ci consente di fare spazio nella propria psiche in modo da avere la capacità di ricevere. Gratitudine, la terza qualità, è una modalità di apprezzamento che esprimiamo ogni volta che ci viene dato qualcosa che noi consideriamo di valore. La gratitudine che esprimiamo indica quanto siamo riconoscenti della preziosità di ciò che abbiamo il privilegio di ricevere. Così, nel nostro subconscio, prendiamo atto di preservare questo dono in modo che non venga messo nel luogo sbagliato. Allo stesso modo, quando applichiamo lo stesso atteggiamento nei confronti dell'apprendimento, noi percepiamo gli insegnamenti come gioielli preziosi e facciamo attenzione a non porli nel luogo sbagliato. In questo modo saremo in grado di trattenere ciò che abbiamo imparato.

Coloro che possiedono le qualità di un Ricettacolo per l'Apprendimento non avranno difficoltà a riconoscere la fortuna ed il vantaggio di avere la presenza di un Autentico Insegnante a cui possono chiedere consiglio. In questo modo si svilupperà una chiara comprensione sistematica degli insegnamenti senza paura di ostacoli nascosti e altre imperfezioni della profonda visione interiore. Mentre la trasmissione dell'insegnamento è autentica, se gli studenti non hanno le qualità necessarie, non riconoscono le proprie contaminazioni, ma considerano le prprie contaminazioni come salutari e quello che è salutare come contaminazioni. Come risultato, l'avanzamento del loro potenziale ne soffrirà.