Nuovo Insegnamento: Vedere la Verità con una Mente Quieta  . . . Prossimi Insegnamenti: Italia: 22-23 Aprile 2017 ... Inghilterra: 29 Aprile - 1 Maggio 2017 ... Grecia: 20-21 Maggio 2017 ... Inghilterra: 27-29 Maggio 2017 ... Per Dettagli Visitare :Programma degli Insegnamenti

Quali sono le Qualità Essenziali per uno Studente che intraprende la pratica del Dharma?

I candidati ideali per impegnarsi nello Studio Classico del Buddhadharma sono studenti che sono sinceri sia nella loro aspirazione al raggiungimento di un'esistenza armoniosa per tutti gli esseri e nella loro determinazione a vivere con impegno costante alla realizzazione del loro obiettivo. Ma per realizzare il proprio potenziale di autentico studente, bisogna prima saper riconoscere un autentico maestro. Mentre insegnanti diversi istruiscono in modo diverso, secondo le loro capacità, tutti gli autentici maestri sono riconoscibili per alcune caratteristiche che si innalzano al di sopra del resto: non possiedono solo un bagaglio di conoscenze di gran lunga superiore a quello dello studente, gli autentici maestri sono sempre l'incarnazione vivente dell'efficacia di ciò che insegnano, che si manifesta senza sforzo in ogni loro espressione di pensiero, di parola e di azione.

Ogni volta che abbiamo la fortuna di incontrare un autentico maestro, dovremmo considerare l'insegnante come un modello di comportamento dell'assoluto e comportarci di conseguenza in modo riverente e umile, poichè il tipo di atteggiamento che generiamo determina il tipo di dividendi che riceveremo. Se ci avviciniamo all'assoluto con indifferenza, non beneficieremo di ciò che l'assoluto offre. Colui che non sa come avvicinare un autentico insegnante nel modo che compete ad uno studente autentico non potrà mai contare sulla prospettiva di mantenere una conoscenza di valore anche se sta al fianco dello stesso insegnante per un centinaio di anni. Tuttavia, quelli sinceri che si avvicinano all'assoluto in modo riverente e umile per ricevere istruzione, sono paragonati a inseguitori genuini della verità che svuotano il contenuto delle loro tazze prima di avvicinarsi ad un maestro del tè con la richiesta di assaggiare la miscela speciale del maestro del tè, e quindi hanno maggiori probabilità di riuscire a generare per se stessi l'opportunità di acquisire l'esperienza completa di ciò che stanno cercando.

Atteggiamento sano a parte, altre qualità essenziali degli studenti comprendono: cognizione chiara delle Quattro Nobili Verità che governano il sorgere e decadere delle condizioni del mondo; cognizione chiara della Legge Karmica di Causa ed Effetto che dà luogo alla impennata della motivazione corretta, l'attenzione di un perfetto uditore nell'ascoltare e nello studiare, la capacità di mantenere ciò che si è ricevuto; la contemplazione ripetuta su ciò che si è appreso dal processo di ragionamento analitico; meditazione univoca sul significato delle proprie scoperte concettuali; considerare l'insegnamento come specchio della verità su cui i propri difetti nascosti e le debolezze inconscie inevitabilmente si riflettono, determinazione per esporre e neutralizzare qualsiasi manifestazione malsana che si presenti; restare vigili nel mantenere la corretta motivazione nella propria mente in ogni momento.

Inoltre, tutti gli studenti autentici dovrebbero avvicinarsi all'insegnamento dell'assoluto con quattro intenzioni essenziali: considerare noi stessi come gravemente malati, con una malattia derivante da stati mentali negativi, cercare un medico esperto che possa curare la nostra afflizione, tenere in grande stima gli insegnamenti come il rimedio di cui abbiamo bisogno per applicare la cura, considerare noi stessi come pazienti cronici che devono continuare il trattamento come prescritto con coerenza e sincerità nella nostra pratica quotidiana fino a quando non otteniamo una totale libertà dalla malattia. Quando i veri umili si avvicinano all'assoluto, si avvicinano sempre in modo rispettoso, senza alcuna nozione nel presupporre di sapere, in modo da ricevere sempre il beneficio completo di ciò che desiderano imparare. Solo coloro che sono immersi nell'autoesaltazione e accecati dal perseguimento di uno status troveranno difficile imparare dall'assoluto. Come disse Gesù: "Dio non ascolta i superbi ma è pronto ad aiutare coloro che sono umili."