Nuovo Insegnamento audio: Abbandonare le opinioni per portare pace alla mente . . . Prossimi Insegnamenti:  Grecia: 3 - 4 Febbraio 2018 ... Romania: 10 - 11 Febbraio 2018 ... Inghilterra: 17 - 18 Febbraio 2018 ... Italia: 24 - 25 Febbraio 2018 ... Polonia: 17 Marzo - 18 Marzo 2018 ... Giappone: 23 Marzo - 25 Marzo 2018 ... Inghilterra: 30 Marzo - 8 Aprile 2018 ...Per Dettagli Visitare :Programma degli Insegnamenti

Che cosa è il Samsara?

Il Samsara è la ricorrente ciclica esistenza di insoddisfazione; una successione di rinascite trasmigratorie che un essere senziente deve attraversare fino a quando tutte le impronte karmiche negative sono state purificate e uno stato di nirvana è stato raggiunto. L'origine del samsara nasce dal proprio continuo attaccamento ai tre veleni: la bramosia, l'azione con un'intenzione ostile, malvagia e l'ignoranza della realtà. Il tipo di rinascita all'interno dei vari modi di esistenza samsarica è interamente determinato dal tipo di karma che è stato coltivato. Perciò l'azione del proprio passato genera il tipo di rinascita che si manifesterà in futuro ed il benessere della nascita attuale non è che una continuazione della causa ed effetto delle proprie attività nel passato.

La continuazione dell’esistenza samsarica è largamente galvanizzata dal nostro continuo attaccamento e avversione alle otto preoccupazioni mondane. Le prime quattro preoccupazioni sono l’attaccamento al piacere transitorio dei sei sensi, l'attaccamento al guadagno materiale, l'attaccamento alla lode e l'attaccamento alla immagine e alla reputazione. Le altre quattro preoccupazioni sono l'avversione al dispiacere transitorio, l'avversione alla perdita materiale, l'avversione alla critica e ai suoni spiacevoli, l'avversione alla calunnia e alle controversie. Ogni essere senziente che è assorto nelle otto preoccupazioni mondane può aspettarsi una vita piena di alti e bassi che si alternano tra aspettative non mantenute e delusione, costantemente in balia di emozioni incontrollabili che coprono lo spettro di rabbia, paura, dolore, euforia e preoccupazione, senza ogni prospettiva di guadagnare la liberazione nella rinascita futura.