Nuovo Insegnamento: Vedere la Verità con una Mente Quieta  . . . Prossimi Insegnamenti: Italia: 22-23 Aprile 2017 ... Inghilterra: 29 Aprile - 1 Maggio 2017 ... Grecia: 20-21 Maggio 2017 ... Inghilterra: 27-29 Maggio 2017 ... Per Dettagli Visitare :Programma degli Insegnamenti

L'Essenza del Buddismo

Siamo nati nel mondo Zambu-Dweep e abbiano ottenuto la preziosa rinascita umana dovuta alla combinazione dei fattori composizionali delle otto libertà e delle dieci benedizioni. Questa è una perfettissima e propizia opportunità. Essere abbastanza fortunati da ricevere l'insegnamento del perfetto dharma del Buddha ed essere anche in grado di incontrare così tanti insegnanti qualificati è il risultato della maturazione dei nostri meriti positivi derivanti da innumerevoli vite passate.

Ma a causa del nostro attaccamento, dal tempo senza inizio, allo schema ripetitivo del samsara, abbiamo sviluppato forti emozioni nei confronti di questo samsara. Pertanto è comune per gli esseri senzienti, indipendentemente dalle difficoltà ed avversità, trovarsi emotivamente attirati verso il raggiungimento di interessi mondani che a loro volta generano, nel processo, tutti i tipi di karma.

Se vogliamo veramente imparare l'insegnamento del Dharma, dobbiamo prima trovare un insegnante qualificato. Il Buddismo ha le tradizioni Mahayana e Vajrayana, di cui quella Vajrayana ed in particolare la Grande Perfezione (Dzogpachenpo) è particolarmente benefica per tempi degenerati come l’epoca attuale. La pratica concreta del Dzogchen è composta da pratiche preliminari e fondamentali aventi visualizzazioni, recitazione di mantra e sadhana.

In realtà, noi tutti possiamo presumere di sapere cos'è il Dharma e potremmo anche voler mettere in pratica questi insegnamenti, ma a causa del nostro attaccamento alle distrazioni terrene, non siamo in grado di praticare secondo le istruzioni ricevute, non mostrando alcuna preoccupazione per l'effetto del karma, come se il karma non fosse reale ed in realtà non esistesse e quindi, come risultato, riusciamo a creare continuamente altro karma negativo. Solo alla fine delle nostre vite, quando ci troviamo faccia a faccia con le imminenti sofferenze della morte, iniziamo a pensare che dovremmo fare qualcosa al riguardo! Ma a quel punto, anche se ci rendiamo conto che non abbiamo studiato il Dharma e non ci siamo neanche applicati correttamente secondo le essenziali istruzioni del maestro e quindi la prospettiva di cadere nei tre regni inferiori è imminente, il tempo di cercare il Dharma e di praticare è già passato, così a quel punto che cosa facciamo?